Events

World Aids Day: resti a guardare?

red_ribbon1Domani 1 dicembre World Aids Day, si celebra la giornata dedicata da Unaids (organizzazione delle Nazioni Unite) ad una malattia che ha ucciso quasi 30 milioni di persone e di cui, per assurdo, si sa ancora poco, malgrado la ricerca abbia fatto passi da gigante. In paesi come Etiopia e Tanzania, l’HIV/AIDS condiziona ancora la vita di bambini, donne e giovani, condannati ad essere orfani, poveri, abusati e abbandonati. (Ci tengo a precisare, non solo per comportamenti sessuali scorretti).

CVM, Comunità Volontari per il Mondo, è una ong che dal 1978 si dedica all’intento di debellare questa piaga dall’Africa. “Oggi il CVM è una comunità di persone distinte, tavolta lontane, ma avvicinate da un ideale comune e dalla volontà di lavorare sodo alla costruzione di un mondo più giusto ed equo”. Di questa comunità ho fatto parte per un anno e ancora continuo a sentirmi vicina, a chi dedica la vita al “processo di liberazione dall’oppressione della povertà”.

Secondo lo staff CVM, l’Etiopia è uno dei paesi maggiormente colpiti dall’AIDS in cui milioni di persone sono sieropositive, di queste la metà sono donne. Secondo i dati (2009) di UNICEF e UNAIDS, 5,4milioni di bambini sono orfani di almeno un genitore, di cui il 16% (855.720) a causa dell’HIV/AIDS e 72.945 bambini sotto i 15 anni hanno contratto l’HIV.

CVM porta avanti progetti di:

– “Rafforzamento delle capacità di donne, bambini orfani e persone sieropositive nell’affrontare HIV/AIDS in Awi e West Gojjam” nella regione dell’Amhara, per rafforzare una risposta coordinata all’HIV/AIDS e al problema dei diritti delle donne; per ridurre la vulnerabilità al contagio delle donne, ragazze e bambini orfani; per promuovere una risposta coordinata da parte dei gruppi organizzati di persone

– “Sostegno ai bambini sieropositivi, malati di AIDS e orfani” in South Gondar e East Gojjam, per promuovere un sistema di protezione sociale a livello comunitario, in risposta ai problemi di orfani, ragazze e donne in difficoltà; migliorare la capacità dei soggetti più vulnerabili di essere protagonisti nella rivendicazione dei propri diritti attraverso la costituzione e il rafforzamento di associazioni e gruppi organizzati; migliorare le condizioni dei bambini vulnerabili.

Situazione simile in Tanzania, dove l’epidemia di AIDS raggiunge il 5,7% della popolazione adulta di età compresa tra i 15 e i 49 anni, di cui più della metà donne. Qui CVM punta alla riduzione della diffusione dell’HIV attraverso la promozione dei diritti delle donne e  ragazze nelle comunità dei pescatori del distretto di Bagamoyo.

I risultati raggiunti nel solo 2011 sono ragguardevoli:

  • 356 membri di associazioni di sieropositivi hanno preso parte a laboratori e corsi di formazione;
  • 918 persone sono state formate sul “vivere positivo”;
  • 478 persone sono state formate ed hanno beneficiato del microcredito;
  • 109 persone hanno preso parte al corso di formatori ed animatori;
  • 612 personehanno preso parte al corso di formazione per membri dei Comitati e dei Consigli Multi-settoriali per l’AIDS;
  • 641 partecipanti ai seminari per facilitatori di giustizia, poliziotti e magistrati;
  • 109 partecipanti ai seminari per rappresentanti di lavoro e datori di lavoro;
  • 45 operatori sanitari formati;
  • 462 famiglie sono state coinvolte nel programma di ricongiungimento familiare;
  • 140 famiglie hanno ricevuto una formazione economica e beneficiato dei fondi rotativi (IGA);
  • 424 persone hanno preso parte ai laboratori per bambini ricongiunti e famiglie affidatarie;
  • 1.280 orfani e bambini vulnerabili hanno ricevuto supporto psicologico e scolastico.

Ma tutto questo è stato possibile soprattutto grazie alle decine di persone di buona volontà che sostengono economicamente il CVM. Su http://www.cvm.an.it potete trovare ulteriori dati e approfondimenti su come aiutare, quel che mi preme è ricordarvi che tra un pò è Natale e mai come quest’anno c’è bisogno di regali umili ed utili. Affidatevi allora alla Campagna natalizia CVM, che con un regalo fa felici centinaia di persone, non solo chi lo riceve, perchè “la solidarietà fa miracoli”.

1AE52D07B1582EBD5AB7A1BB1BD92BE1

locandinacvm

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...