Events · Travels

St. Patrick Day: festa religiosa o rito pagano?

Domenica 17 marzo in Irlanda si festeggia San Patrizio, vescovo irlandese di origini scozzesi, che ricacciò in mare tutti i serpenti dell’isola. Un tipo originale considerato che usò un trifoglio per spiegare il concetto di Trinità. Mi chiedo cosa direbbe oggi della celebrazione che gli viene dedicata, una festa che somiglia tanto ad un baccanale.

imagessp

Sono a Dublino da una settimana appena quando mi ritrovo a vivere l’eccitazione di questo appuntamento, che vede confluire in Irlanda migliaia di persone da ogni parte d’Europa, in cerca di divertimento. L’eccitazione è palpabile già giorni prima. Anche io sono in fermento, perchè non so cosa aspettarmi da una festa tanto mitica.

Mi alzo presto e corro a scrutare il cielo sperando già in un miracolo del santo, ma le nubi incombono sulla città, lattiginose e piatte. La mattina trascorre tra chiacchiere sul divano e progetti per la serata, progetti che prevedo, saranno puntualmente disattesi.

Alle 15 in punto esco con la comitiva per godermi la parata. Chilometri di gruppi “mascherati” con i loro costumini striminziti verde smeraldo, che sfidano un gelo insolito per essere marzo. Bande di cornamuse in kilt, squadre di pompieri, emigrati tornati appositamente dagli Stati Uniti per rendere gloria alla propria “irlandesità”.

st_patricks_day_parade_2011_sebastien_band

Resisto poco più di un’ora, poi quando le mani si fanno blu cerchiamo un pub. Inizia così un carosello infinito di brindisi celebrativi, bicchieri tintinnanti che si incrociano uguali in ognuno dei locali in cui, come in una via crucis, spendiamo qualche minuto.

Non ho foto di quel giorno e nemmeno molti ricordi nitidi. Ho tanti flash però. Pochi riguardanti il cibo. Molti di visi sorridenti, balli scomposti e omini con il cappello verde da folletto. Chissà se uno di loro era davvero il Leprechaun che conduce alla pentola piena d’oro…

Media,10696,en

Non ho avuto modo di scoprirlo, ma io sono ugualmente tornata più ricca a casa. Mi ritrovo la rubrica del cellulare piena di nuovi numeri, di amici che non ho mai più incontrato ma che la magia di San Patrizio mi ha fatto sentire vicini per il tempo di una pinta.

1AE52D07B1582EBD5AB7A1BB1BD92BE1

beer-cheers

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...