Events · Tales

Corvino e Laturo: adottiamo il sentiero?

Nei Racconti di Corvino, cito spesso un borgo “gemello”, posto sul versante opposto della montagna, un insediamento antichissimo separato da Corvino da un sentiero nascosto. E’ Laturo, frazione di Valle Castellana, attualmente raggiungibile solo a piedi. La località, disabitata dalla fine degli anni ’70, ultimamente sta riprendendo vigore grazie all’intervento di Federico Panchetti e dell’Associazione Amici di Laturo, che si adoperano per dare visibilità a “queste terre selvagge” nel tentativo di ripopolarle.

La fama di Federico, intento a far rinascere un luogo a me tanto caro, poichè paese natio di mia nonna Emilia, credo una delle più anziane testimoni del passato, mi era giunta tramite i miei familiari, che hanno avuto il piacere di trovarsi a Laturo e vedere di persona lo splendido lavoro di recupero in atto. Adesso, potrebbe essere arrivata l’occasione anche per me di consocerlo, il 21 aprile prossimo.

Adottiamo un sentiero,  è la splendida iniziativa ideata per inaugurare un gemellaggio tra Corvino e Laturo, una passeggiata che riaprirà il vecchio sentiero che un tempo li univa e riscoprirà la memoria di storie che ancora aleggiano tra quelle piante, come sussurri che il vento porta da una valle all’altra animando la foresta.

L’invito è a partecipare per rivivere l’emozione di trovarsi immersi in una natura che custodisce come uno scrigno, segreti e tesori, che solo la conservazione appassionata e la salvaguardia rispettosa di queste antiche vestigia, potrà tramandaei in un futuro in cui saranno sempre di più risorsa per una vita più vera.

1AE52D07B1582EBD5AB7A1BB1BD92BE1

Alcune immagini di Laturo:

DSCN9503

DSCN9500

??????????

DSCN9507

6 thoughts on “Corvino e Laturo: adottiamo il sentiero?

  1. Una iniziativa dal carattere e dal sapore veramente umano. Al di sopra di tutto bisognerebbe far diventare queste idee vere e propri modi di riorganizzare territorio, vita e Nazione. Abbiamo un patrimonio veramente disatteso. Mi piacerebbe dedicarmi a questo. In questi giorni sono andato a correggere il mio secondo libro in una “riserva di caccia” del XVI secolo sulle colline reggiane. Una vera esperienza di “comunicazione cosmica” con la parte migliore della Terra e di noi stessi.
    Buon lavoro
    Renato Gentile

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...