Books

Motivazioni del secondo posto al Premio San Salvo

Le motivazioni del secondo posto di Come la foresta ama il fiume, al Premio Artese Città di San Salvo:

“L’opera ha il pregio di ricostruire un aspetto della lotta partigiana poco noto, quello cioè dell’esistenza di ospedali clandestini in cui si prestava soccorso a partigiani feriti e malati. Interessante è il tema dell’identità italo-slovena della protagonista che permette all’autrice di toccare la scottante questione istriana. Il racconto si concentra soprattutto sulle vicende della protagonista-narratrice per seguirne il romanzo di formazione, che da scialba giovane mogliettina di un eroe di guerra, la trasforma in una infermiera partigiana ricca di risorse e coraggio. Ad una riflessione teorica sulle implicazioni morali più difficile delle terribili vicende della guerra e della lotta partigiana si sostituisce lo sguardo soggettivo del personaggio che nella preoccupazione per i suoi familiari e compagni e nel senso di pietà umana e di odio per la violenza, esprime una salda etica dei buoni sentimenti. Il recupero della memoria che fa da cornice alla storia centrale ricorda una narrativa più intimistica e fa pensare per certi versi alla Tamaro. Il romanzo costituisce un dovuto riconoscimento al coraggio e alla determinazione delle donne che offrirono il loro prezioso contributo alla Resistenza”.

1AE52D07B1582EBD5AB7A1BB1BD92BE1

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...